Pubblicato il

Cromoterapia : come usarla nell’arredamento

Cromoterapia: come scegliere colore pareti

I benefici della cromoterapia sull’umore: ecco come applicarli nell’arredamento della vostra casa

La cromoterapia è una disciplina che ha origini antiche e si basa sull’effetto terapeutico che i diversi colori esercitano sull’organismo e la psiche. Studi scientifici dimostrano infatti come i colori e le tonalità di luce influiscono sul sistema nervoso, equilibrando o esasperando le emozioni delle persone. Per questo è importante tenerne conto quando si sceglie il colore delle pareti per gli ambienti in cui viviamo, sia in casa che negli uffici. Ecco alcuni consigli per applicare al meglio la cromoterapia nell’arredamento della propria casa.

Innanzitutto, ogni ambiente ha precise caratteristiche di ampiezza, articolazione degli spazi e diffusione della luce. Tutti fattori da prendere in considerazione per evitare un’eccessiva concentrazione di colori scuri o particolarmente accesi, o ancora valutare l’opportunità di tonalità luminose.

In secondo luogo, ogni area della casa ha una funzione particolare, che ben si presta a determinate tipologie di colore. Colori energizzanti, vitali e accoglienti sono ad esempio indicati per il soggiorno o per le aree adibite allo studio e al lavoro. Le tonalità più rilassanti sono invece le preferite per la camera da letto, le camerette dei bambini o gli ambienti dedicati all’introspezione.

Tra i colori più riposanti troviamo sicuramente l’azzurro che, al pari del lilla, favorisce la meditazione e la spiritualità. Anche il verde e il rosa, nelle loro tonalità più tenui, sono noti per stimolare serenità e armonia. Giallo, ocra e arancione sono tonalità calde e vitali, perfette per trasmettere convivialità e allegria, da usare nell’ingresso o per le pareti della cucina. Bianco, violetto e acquamarina denotano invece un senso di freschezza e pulizia che ben si sposa alle pareti del bagno. E per il soggiorno? Qui la scelta è più ampia e la fantasia può sbizzarrirsi anche in accostamenti più audaci o pareti di colori accesi alternate a pareti bianche. L’importante è mantenere un rapporto ben equilibrato e ricordare che, altrettanto decisivo, è l’abbinamento con la palette dei complementi d’arredo.

Foto: Nick Pateman (Flickr)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *